Spedizioni gratuite con ordini superiori a 100€. Ordina entro il 18 dicembre per avere i regali sotto l'albero di Natale!
Spedizioni gratuite con ordini superiori a 100€. Ordina entro il 18 dicembre per avere i regali sotto l'albero di Natale!
Carrello 0

Chi siamo

IL LABORATORIO

Il brand WAXMORE nasce a Firenze a dicembre 2016 per iniziativa di Maria Cristina Manca, antropologa e stilista e di Elena Fortuna Di Bella Manca, per la comunicazione. 

Realizziamo abbigliamento lifestyle e divise professionali unendo sapientemente tessuti 100% italiani e stoffe african cotton wax print, con l'idea di portare colore e unicità nella vita di tutti i giorni.

Il laboratorio e showroom si trova in Via Gioberti 61-65 a Firenze: un luogo di alto artigianato dove il momento della creazione e della vendita avvengono insieme, per poter scegliere, personalizzare, provare ed acquistare il proprio capo e conoscerne la storia.

Un open space dove sarti, modelliste, stilista e responsabile della comunicazione lavorano ogni giorno insieme per confezionare abiti che siano unici e colorati (al punto giusto!), parlando il linguaggio dell’interculturalità, dello slow fashion e dell’alto artigianato.

IL PROGETTO

WAXMORE non è solo un brand ma anche un innovativo progetto di Responsabilità Sociale d'Impresa.

Da febbraio a luglio 2017 quattro richiedenti asilo dei centri di accoglienza (CAS) di Firenze e Prato hanno svolto nel nostro laboratorio il training on the job “Voglio Fare il Sarto”: 800 ore in taglio, moda e cucito, un percorso per dare competenze spendibili in Italia e nei Paesi di origine. Uno degli studenti, Youssif, adesso collabora con noi di WAXMORE: una risposta reale e positiva per dire che il progetto pilota ha funzionato.

Questo è stato possibile anche grazie alla raccolta fondi lanciata sulla piattaforma di crowdfunding Eppela in collaborazione con la Fondazione Il Cuore si Scioglie.

Il nostro sogno è quello di continuare, ogni anno, a realizzare percorsi di formazione con tirocinio per richiedenti asilo, in collaborazione con l’Associazione culturale Officina Creativa, fondata dal team di WAXMORE e dagli studenti di "Voglio fare il sarto" per promuovere l’interculturalità. 

" I tessuti Wax parlano, si dice in vari Paesi dell’Africa. Raccontano storie, emozioni con un linguaggio che si sostituisce alla parola. Trasformare i Wax e unirli ai tessuti tinta unita, vuol dire per WAXMORE dargli una lettura altra, tradurli in un linguaggio che esce dai canoni dell’identità e dell’appartenenza africana per diventare universale. "