Spedizioni gratuite con ordini superiori a 100€. Ordina entro il 18 dicembre per avere i regali sotto l'albero di Natale!
Spedizioni gratuite con ordini superiori a 100€. Ordina entro il 18 dicembre per avere i regali sotto l'albero di Natale!
Carrello 0

San Valentino non è solo la festa degli innamorati

Redazione

San Valentino by WAXMORE

San Valentino è la ricorrenza degli affetti, delle persone care e nessuno deve sentirsi escluso dal festeggiare se al momento è single -per scelta o perché proprio il 14 febbraio si trova magari con il cuore spezzato- e chiudersi in casa per evitare la vista di ristoranti pieni di piccioncini e un turbinio di rose rosse in ogni punto della città!

L'origine della festa di San Valentino ha una lunga storia fatta di miti e leggende e non è stato inventato, come qualcuno potrebbe pensare, dai centri commerciali!

E' una festività religiosa che prende il nome dal santo e martire cristiano Valentino da Terni – nato a Terni nel 175 d.C.- e venne istituita nel 496 da Papa Gelasio I, con il tentativo da parte della Chiesa cattolica di «cristianizzare» il rito pagano per la fertilità, i Lupercalia.

Per la tradizione San Valentino è l'autore di numerosi miracoli ma soprattutto si guadagna l'appellativo di Santo protettore degli innamorati o "santo dell'amore" quando celebra il matrimonio fra il legionario pagano romano Sabino ed una giovane cristiana Serapia. San Valentino muore il 14 febbraio 273 d.C. per ordine del prefetto romano Placido Furio durante le persecuzioni ordinate dall'imperatore Aurelio.

Una delle varie leggende, narra che un giorno San Valentino, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed andò loro incontro porgendo una rosa e invitandoli a tenerla unita nelle loro mani: i giovani si allontanarono riconciliati. Un'altra versione di questa storia narra che il santo sia riuscito ad ispirare amore ai due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci gesti d'affetto; da questo episodio si crede possa derivare anche la diffusione dell'espressione piccioncini.

Posteriormente verrà associata con l'amore romantico. Tra le tesi più accreditate, San Valentino sarebbe stata introdotta come festa degli innamorati grazie al circolo di Geoffrey Chaucer (1343 – 1400), che nel suo poema «Parlamento degli uccelli» associa la ricorrenza al fidanzamento di Riccardo II d’Inghilterra con Anna di Boemia. In ogni caso in Francia e Inghilterra, nel Medioevo, si riteneva che a metà febbraio iniziasse l’accoppiamento degli uccelli: evento che si prestava a far consacrare il 14 febbraio come la festa degli innamorati.

Nel XIX secolo inizia nei Paesi anglosassoni lo scambio di «Valentine», bigliettini d’amore con le sagome dei simboli dell’amor romantico (cuori, colomba, Cupido). La più antica «Valentine» di cui si abbia traccia risale al XV secolo, e fu scritta da Carlo d’Orléans, allora detenuto nella Torre di Londra dopo la sconfitta alla battaglia di Agincourt (1415). Carlo si rivolge alla moglie con le parole: «Je suis déjà d’amour tanné, ma très douce Valentinée». A metà Ottocento negli Stati Uniti tal Esther Howland iniziò a produrre biglietti di San Valentino su scala industriale. Con il passare del tempo la tradizione dei biglietti amorosi divenne secondaria rispetto allo scambio di scatole di cioccolatini, mazzi di fiori o gioielli.

In giro per il mondo le maniere per festeggiare San Valentino sono le più diversificate possibili, in Italia ben conosciamo la cenetta al ristorante e i il classico mazzo di fiori, ma in Giappone è lei a dover fare il regalo a lui; mentre in Cina le ragazze sono solite dare sfoggio delle proprie abilità domestiche all'amato (in vista di un possibile matrimonio), in Brasile, originali come sempre, posticipano i festeggiamenti al 12 agosto (vigilia della festa del matrimonio): si narra che siano troppo presi dal carnevale per festeggiare San Valentino!

In tanta diversità e in tutta questa esplosione di proposte commerciali per San Valentino mi resta nel cuore la modalità messicana che ho festeggiato per anni: un gesto, un sorriso, un fiore per tutte le persone che amiamo, per gli affetti che ci circondano e la capacità di esprimerlo almeno un giorno all'anno!

Qualunque sia il vostro modo di festeggiare, Buon San Valentino a tutti e auguri a Elena Fortuna, la responsabile comunicazione WAXMORE che è nata il 14 febbraio!

 

Immagine di copertina di Eric Silva


Articolo più vecchio Articolo più recente


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati